Una montagna di libri

 

Un patrimonio librario di 80.000 volumi formato, oltre che da libri di interesse generale, da fondi d'autore, fondi storici e libri antichi, dall'importante valore documentario ed economico, è stato donato a Pistoia da Annapaola Campori Mettel, cittadina svizzera. Tra le opere donate, che arricchiranno il patrimonio della Forteguerriana e della San Giorgio, un fondo di circa 5.000 volumi proveniente dalla biblioteca personale del grande organizzatore teatrale Paolo Grassi, padre del Piccolo Teatro di Milano, la collezione quasi completa dei libri editi dalla storica Tipografia Elvetica Capolago (l'editrice che pubblicava i libri di patrioti ed esuli del Risorgimento, da Gioberti a Guerrazzi, da Tommaseo a Sismondi, da Balbo a d'Azeglio), rare edizioni settecentesche, tre del Cinquecento, l'edizione nazionale completa delle opere di Gabriele D'Annunzio.

La Biblioteca Forteguerriana inizierà  a valorizzare questo ingente patrimonio con una mostra sulla Tipografia Elvetica che sarà  realizzata la prossima estate e iniziandone a prevedere, ovviamente in più anni vista l'enorme quantità  di materiali, il riordino e la catalogazione.