Sulle tracce dell'angelo bianco

Sulle tracce dell'angelo bianco di Riccardo Crovetti

 

Presentazione del libro Sulle tracce dell'angelo bianco, di Riccardo Crovetti. Milano, Mursia, 2015

Giovedì 18 febbraio 2016, ore 17.00 - Biblioteca Forteguerriana
Interviene Marcello Fontana
Sarà presente l'autore

Il libro presenta una storia di montagna, di agonismo, di guerra e di campioni, al centro della quale emerge la figura di Paolo Colò, sergente degli alpini e uno dei primi atleti entrati a far parte del Nucleo pattuglie sci veloci, il reparto sportivo della Scuola militare di Aosta che raccoglie tra le sue file gli atleti azzurri delle discipline alpine e nordiche. Paolo Colò è il cuore di un gruppo di giovani di Abetone, tra i quali spicca il cugino Zeno, futuro campione olimpico.

Riccardo Crovetti è nato nel 1965. Appassionato di storia e di sci, vive e lavora a Pievepelago, in provincia di Modena, un piccolo comune dell’Appennino tosco-emiliano. "Sulle tracce dell'angelo bianco" è il suo primo libro e l'idea di scriverlo è venuta all'autore quando a casa della madre ha visto l'immagine di uno zio, Paolo Colò, che l'ha colpito. Ha quindi cercato di approfondire la conoscenza di questo partente sconosciuto e grazie a Vera Colò, nipote di Paolo, ha potuto leggere il diario che il giovane scrisse quando era negli alpini. Attraverso la lettura delle pagine del diario stesso Crovetti ha scoperto un personaggio sportivamente eccezionale, capace di tener testa ai campioni nazionali. Ma è venuto anche a conoscenza di un uomo di una bontà non comune, che ebbe tante sfortune, una storia d’amore finita male e un tragico destino. Una fugura insomma la cui vita meritava di essere approfondita e raccontata.