Sapienza o "dell'antica libreria"

Dipinto del Card. N. Forteguerri presso questa biblioteca; Prospetto del Palazzo della Sapienza

 

Inizia a formarsi con l'istituzione della "Pubblica libreria" fissata dal motu-proprio granducale del 1696 e "allocata in due stanze della Sapienza". La Pia Casa di Sapienza, istituita nel 1473 per mezzo di una donazione del cardinale Niccolò Forteguerri (Pistoia 1419-Viterbo 1473) e dei proventi pervenuti dalla soppressione di cinque "spedali" della diocesi, era il solo istituto laico della città e del contado a praticare l'insegnamento.
Nel 1699 fu acquistato, presso un libraio fiorentino, il primo nucleo, di un imprecisato numero di opere, facenti parte della libreria privata dell'auditore Francesco Maria Sergrifi (1633-1699).
Il fondo, collocato nella libreria costruita su progetto dell'architetto Giuliano Gatteschi, ha avuto sempre come sede la Pia Casa di Sapienza di Pistoia; il primo catalogo che si conosca è del 1706.
Il fondo si è chiuso con la morte del bibliotecario Anton Maria Rosati nel 1810. Nel 1813, secondo un rapporto del maire Francesco Tolomei, esso contava 6123 volumi; attualmente la sua consistenza è di circa 6500 opere a stampa. Per oltre 3/4 si tratta di opere a carattere giuridico e teologico. La relativa consistenza di testi umanistici e scientifici, che iniziarono ad affluire dai primi decenni del secolo XVIII, evidenzia il prevalere degli interessi di ordine scolastico della Sapienza nella scelta delle opere. La maggior parte dei volumi è in folio.

Per approfondire:
"Progetto di un catalogo scientifico o per ordine di materie da compilarsi per la R. Biblioteca Forteguerri di Pistoia" di Vittorio Capponi, Pistoia, Niccolai, 1871
"Notizie storiche e statistiche intorno alla Biblioteca Forteguerri di Pistoia" di Leopoldo Paglicci, Pistoia, Flori, 1899
"La Biblioteca Forteguerriana di Pistoia" di Quinto Santoli, Pistoia, Niccolai, 1932
"Ricerche intorno alla biblioteca dell'umanista Sozomeno" di Renato Piattoli, estr. da: "La Bibliofilia", a. 36, dis. 7-8 (1934)
"La libreria di Sozomeno da Pistoia" di Giancarlo Savino, estr. da: "Rinascimento", a. 16 (1976)

 

Frontespizio di “Progetto di un catalogo scientifico …”, Pistoia 1871.Frontespizio di Notizie storiche e statistiche intorno alla Bibl. ForteguerrianaQuinto Santoli, “La Biblioteca Forteguerriana di Pistoia"