Quando viaggiare era un'arte

Frontespizio della rivista Il giro del mondo

 

Itinerari italiani nel 19. secolo

L'Ottocento è stato il secolo del viaggio e dei viaggi, compiuti nella maggior parte dei casi per completare l'iter formativo e culturale, ma anche per ragioni professionali, politiche, sentimentali, familiari, personali; a differenza di quelli dei secoli precedenti, la stragrande maggioranza di questi spostamenti furono accompagnati da puntuali e quotidiani resoconti espressi di volta in volta in forma epistolare, diaristica o in altra ancora. Al centro di queste narrazioni l'Italia figurava come una delle mete d'obbligo e fra le più ricercate nella tradizione del Grand Tour,  ma anche come destinazione rispondente a necessità differenti, consone alle trasformazioni del secolo della libertà e della nazionalità.
Dal variegato patrimonio della biblioteca abbiamo selezionato i più interessanti e i più curiosi di questi resoconti di viaggio, in Toscana e in Italia, suggerimenti e avvisi per i viaggiatori e moderni studi sul viaggio nell'Ottocento, riviste di viaggio con bellissime illustrazioni. Oltre alla mostra virtuale, consultabile a partire dai quattro link di questa pagina (che corrispondono ad altrettante sezioni), la mostra "fisica" sarà visitabile nelle teche di Sala Gatteschi fino al 30 settembre 2016.