Quaderni di scuola e antichi mestieri

 

La mostra documenta le tradizioni e gli antichi mestieri del territorio pistoiese attraverso quaderni di scuola del secolo scorso, riproduzioni fotografiche delle attività della tradizione locale e  strumenti di lavoro del nostro passato.

Quaderni, foto e attrezzi da lavoro ci ricordano la nostra storia attraverso le testimonianze su antichi mestieri come la lavorazione del carbone, delle castagne, della carta, della pasta, del rame; la produzione del ghiaccio; la raccolta di prodotti agricoli; lavori tipicamente femminili come quello delle trecciaiole o la produzione dei cappelli di visca.

I quaderni sono tratti dal  Fondo “La scuola in mostra”, custodito presso la Biblioteca Forteguerriana, che raccoglie il materiale della I^ mostra provinciale realizzata  a Pistoia nel 1929, due anni dopo la costituzione della provincia di Pistoia ed un anno dopo l'integrazione della Valdinievole nei suoi confini territoriali, allo scopo di illustrare le caratteristiche della realtà  produttiva, artistica, ambientale, turistica della neonata provincia. Il materiale, consegnato alla Biblioteca Forteguerriana nello stesso anno 1929, è costituito da 363 pezzi, in gran parte quaderni e fascicoli di vario formato che talvolta contengono anche piccoli elaborati e manufatti.  I documenti costituiscono una preziosa testimonianza di vita vissuta utile per ricavare informazioni sul tessuto socio-economico-culturale e notizie sulle tradizioni popolari del territorio pistoiese.

Ha collaborato alla realizzazione della mostra L’Associazione '9cento con la selezione di materiale fotografico sulle attività della tradizione locale, appositamente riprodotto, e la ricerca  degli antichi strumenti di lavoro esposti. L’associazione si occupa di recuperare la memoria storica della cultura del secolo passato, con particolare riguardo alla dimensione locale. Un ringraziamento a Roberto Prioreschi e Giovanni Innocenti per gli strumenti di lavoro prestati.

La mostra sarà visitabile in Sala Gatteschi dall'8 giugno al 31 agosto

La mostra si compone delle sezioni:

I quaderni

Le foto

Attività