Le biblioteche come servizi pubblici essenziali

La Sala Gatteschi della Biblioteca Forteguerriana

 

Il cosiddetto "Decreto Colosseo" del ministro Franceschini, poi convertito in legge, ha riconosciuto anche alle biblioteche il carattere di "servizio pubblico essenziale". Conseguentemente il Comune di Pistoia ha stabilito con una propria delibera i livelli minimi di servizio da garantire presso le istituzioni culturali in occasione di scioperi o assemblee del personale. Di seguito viene riportato il passo della delibera che riguarda la Biblioteca Forteguerriana:

"Biblioteca Forteguerriana: presenza di due operatori, nel rispetto dell'orario di apertura giornaliero (Lunedì, mercoledì, venerdì 9.00-13.30; martedì e giovedì 9.00-13.30 e 15.00-17.30), limitatamente all'accesso del pubblico alle sole sale del piano terreno. Un operatore sarà  posizionato al banco d'ingresso, il secondo operatore effettuerà  attività  di supporto e sorveglianza nelle sale al piano terreno e, compatibilmente con lo svolgimento delle azioni di sorveglianza, potrà  effettuare su richiesta degli utenti il ritiro di documentazione posizionata al piano superiore e la consegna per la consultazione nelle sale del piano terreno. Sono erogati i servizi di prestito e consultazione in sede. Sono esclusi dai servizi minimi le riproduzioni digitali e il prestito interbibliotecario".

Si precisa che, per motivi di conservazione e sicurezza, in caso di apertura con due operatori, i manoscritti sono esclusi dalla consultazione.