La Forteguerriana racconta Pistoia

 

21 ottobre 2014 - 26 marzo 2015

Cosa c'è di più legato alla Forteguerriana, da oltre cinque secoli depositaria e testimone della memoria storica di Pistoia, di una serie di conversazioni su vari "pezzi" della città, la sua storia, le sue feste, i suoi personaggi di rilievo, la sua arte? E cosa c'è di più significativo che chiamare a dar voce a questa memoria i primi fra i naturali alleati della biblioteca, gli intellettuali cittadini che nella nostra biblioteca si sono formati ed hanno trovato le fonti per le loro ricerche? E' questa la semplice idea che sta dietro a La Forteguerriana racconta Pistoia.

"La conoscenza si crea tramite la conversazione. Le conversazioni possono aver luogo tra amici e colleghi, "qui ed ora". Ma possono anche avvenire nel corso dei secoli, con partecipanti diversi su uno stesso tema, e con la conversazione registrata su migliaia di artefatti, come libri, immagini, e file digitali. In molti casi gli utenti hanno bisogno di processi sofisticati per facilitare la conversazione. La facilitazione non solo arricchisce le conversazioni di informazioni diverse e dettagliate, ma serve anche come custode della memoria, documentando concordanze e risultati, per facilitare le conversazioni future. La biblioteca riveste questo ruolo vitale per molte comunità". (da Le reti partecipative: la biblioteca come conversazione di R. David Lankes, Joanne Silverstein, Scott Nicholson )

E' una biblioteca come conversazione, una biblioteca che, oltre a custodire gelosamente la memoria locale, la restituisce a tutta la comunità, la Forteguerriana che vogliamo presentarvi con questo ciclo di incontri.

 

Programma