I Tesori

Copertina de Il tarstullo

 

Maccari dal 1924 inizia a collaborare al Selvaggio di Angiolo Bencini con scritti e disegni. Le xilografie pubblicate in questa prima edizione dell'opera rappresentano la sua prima fase come incisore e le poesie testimoniano le capacità compositive che faranno riconoscere Maccari come uno dei migliori versificatori satirici del 900 italiano.