Fondi a stampa

Volumi in Sala Gatteschi

 

La storia della stratificazione dei fondi a stampa della Forteguerriana si intreccia strettamente con quella dei suoi fondi manoscritti, in molti casi provenienti dalle medesime librerie di privati ed enti, e con la storia della biblioteca stessa.
Con i suoi 126 incunaboli e le sue 3000 cinquecentine e con le ingenti donazioni prevenute da enti e privati nel corso del XIX secolo, la biblioteca si colloca nel novero delle principali biblioteche storiche della Toscana.
Giungendo ai giorni nostri, la biblioteca cura il costante incremento delle proprie raccolte in funzione della sua vocazione di istituto di conservazione di un ingente patrimonio storico, dotandosi dei repertori e dei documenti funzionali allo studio dei fondi manoscritti e rari che possiede, e di istituto depositario della memoria locale, con la sistematica acquisizione delle opere su Pistoia ed il suo territorio.

I fondi a stampa:
Accademia pistoiese di scienze lettere ed arti
Chiappelli Alberto
Chiti Alfredo
Civinini Giuseppe
Conventi soppressi 1867
Franchini Taviani Giovanni Maria
Giaccherino
Incunaboli
Macciò Guido
Magrini Giuseppe
Martini Ferdinando
Montemagni Alberto
Puccini Niccolò
Rospigliosi (famiglia)
Santoli Quinto
Sapienza o "dell'antica libreria"
Sozzifanti Alessandro