Deposito legale

Informazioni sul deposito legale

La Biblioteca comunale Forteguerriana di Pistoia è l'istituto depositario (vedi) della produzione editoriale della provincia di Pistoia in base alle leggi che regolamentano il deposito legale ed è direttamente impegnata a costituire l'Archivio della produzione editoriale regionale della Toscana. In questo modo la biblioteca acquisisce, conserva e mette a disposizione un patrimonio per la storia e la memoria della città.

Il deposito legale è stato regolamentato dalla Legge 15 aprile 2004, n.106, resa attuativa dal Decreto del presidente della Repubblica 3 maggio 2006, n. 252 pubblicato sulla G.U. n. 191 del 18 agosto 2006. Un'importante innovazione è stata introdotta con l'art.24, comma 5 del Decreto Legge del 24 aprile 2014, n.66, convertito con Legge 23 giugno 2014, n.89, il quale dispone che dal 24 giugno 2014 agli istituti depositari dell'Archivio Regionale venga consegnata una sola copia di stampati e di documenti, a differenza di quanto previsto dalla precedente normativa che richiedeva due copie.

Da segnalare una novità sul deposito legale che si riferisce esclusivamente all'Archivio Nazionale delle pubblicazioni: è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n.122 del 28/05/2015 il D.D.G. 13/05/2015 recante "Sanzioni sul materiale soggetto a deposito legale".

In base alla normativa vigente, si possono riassumere nei seguenti punti gli obblighi degli editori, tipografi, produttori e distributori verso la Biblioteca Forteguerriana e gli altri istituti depositari:

documenti soggetti a deposito legale

  • Libri, opuscoli, pubblicazioni periodiche, carte geografiche e topografiche, atlanti, manifesti, musica a stampa compresi gli eventuali allegati.

( 3 copie: una ciascuna alle biblioteche nazionali centrali di Roma e di Firenze e una alla Biblioteca comunale Forteguerriana)

  • Documenti sonori e video ovvero musicassette, videocassette, CD, DVD.

( 2 copie: una alla Discoteca di Stato-Museo dell'Audiovisivo e una alla Fondazione Mediateca Regionale Toscana)

  • Documenti di grafica d'arte, video d'artista e documenti fotografici.

(2 copie: una all'Istituto nazionale per la grafica e una al Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci di Prato)

  • Film e sceneggiature cinematografiche.

(2 copie: una copia positiva nuova conforme al negativo o al master alla Cineteca Nazionale e una copia alla Fondazione Mediateca Toscana)

  • Documenti diffusi su supporto informatico sia riscrivibile che non riscrivibile.

(4 copie: una in ciascuna biblioteca nazionale centrale e due copie alla Fondazione Mediateca Regionale Toscana)

modalità di consegna

I documenti sono inviati a cura dell'editore, o comunque del responsabile della pubblicazione, o in sua assenza dal tipografo (art. 6).

La consegna deve essere eseguita entro 60 giorni dalla prima distribuzione al pubblico dei documenti, in plichi confezionati che indichino all'esterno la dicitura "esemplari fuori commercio per il deposito legale agli effetti della legge 15 aprile 2004, n. 106" e i dati del soggetto obbligato al deposito, o con tempi diversi se concordati con la biblioteca (art. 7).

I documenti devono essere accompagnati da un elenco che li identifichi, in due copie; una copia rimane alla biblioteca, una copia viene vidimata, ad uso dell'editore, dopo il controllo sul contenuto del pacco. Nel caso il ritiro non avvenga al momento stesso della consegna oppure se i documenti vengono spediti per posta, l'editore può ritirare la copia vidimata presso la biblioteca in Piazza della Sapienza, n.5.

Sui documenti deve essere apposta, a cura del depositante, la dicitura "esemplare fuori commercio per il deposito legale agli effetti della legge 15 aprile 2004, n. 106" (art. 10).

Al momento la biblioteca accoglie una copia dei documenti. Rimane l'obbligo di consegna di una copia del documento alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze e una alla Biblioteca nazionale centrale di Roma.

esonero totale per le seguenti categorie di documenti

  • Estratti, quali fascicoli contenenti un articolo di rivista o una parte di un libro, che siano stampati a parte utilizzando la stessa composizione, ad esclusione degli estratti di musica a stampa;
  • Bozze di stampa;
  • Registri e modulistica;
  • Elenchi dei protesti cambiari e documenti assimilabili;
  • Materiale di ordinaria e minuta pubblicità per il commercio nonché le ristampe inalterate;
  • Mappe catastali;
  • Fotocopie;
  • Tesi di laurea;
  • Edizioni provvisorie, nel caso in cui venga pubblicata l'edizione definitiva;
  • Dattiloscritti o stampati prodotti da computer per uso personale;
  • Materiale didattico per corsi di formazione, ad uso interno;
  • Articoli, in attesa di pubblicazione, stampati in proprio o presso l'Università esclusivamente a fini concorsuali;

esonero parziale

Per le copie che abbiano una tiratura limitata ai 200 esemplari o con valore commerciale non inferiore a 15.000,00 euro per ciascuna copia (fatta esclusione per la musica a stampa) è richiesta la consegna di una sola copia dei documenti alla Biblioteca nazionale centrale di Firenze e una sola copia alla Biblioteca comunale Forteguerriana. Per le opere con tiratura non superiore ai 500 esemplari o con un valore commerciale non inferiore a 10.000,00 euro, il soggetto obbligato può presentare istanza al Ministero per i Beni e le Attività culturali o alla Regione per ottenere l'esonero parziale.

Per la consegna o la spedizione di tutti i documenti l'indirizzo è:
Biblioteca comunale Forteguerriana
Piazza della Sapienza, 5
51100 Pistoia

 

Per l'invio delle copie alle due biblioteche nazionali l'indirizzo è:
Biblioteca nazionale centrale di Firenze
Ufficio deposito legale
Via Tripoli 36
50122 Firenze
Biblioteca nazionale centrale di Roma
Viale Castro Pretorio, 105
00185 Roma