Da sottolineare

 

La Biblioteca Forteguerriana festeggia a suo modo il mese dedicato alle donne, proponendo nelle vetrine dell'ingresso una piccola selezione di opere che, dal Cinquecento all'Ottocento, ci offrono una chiara immagine della posizione marginale occupata dalla donna nella società. Bastano alcuni titoli per dare un'idea: "Lo scoglio dell'umqanità, ossia avvertimento salutare alla gioventù per cautelarsi contro le male qualità delle donne cattive", oppure "Difesa delle donne, nella quale si contengono le difese loro dalle calunnie dategli per gli scrittori e insieme le lodi di quelle", o ancora "Discorso accademico sopra l'abuso di quelli ecclesiastici che insegnano alle donne leggere, scrivere, il canto, il suono, il disegno, la poesia, le scienze, le lingue". Insomma, le tesi dell'"accusa", quelle della "difesa", storie di donne importanti, trattatelli morali e gli immancabili consigli galanti per ingraziarsene i favori: per aspettare l'8 marzo guardando a quando... l'8 marzo non c'era