Crinali e passi

Copertina di Crinali e passi dagli Appennini alle Alpi

 

Presentazione del libro "Crinali e passi dagli Appennini alle Alpi: atti delle giornate di studio (Capugnano, 8 settembre 2012)", Porretta Terme, Gruppo di studi Alta Valle del Reno, 2013
e del periodico "La voce della montagna: periodico quadrimestrale di cultura, storia e società  nella montagna pistoiese"

Mercoledì 21 maggio 2014 - ore 17, Sala Gatteschi

Intervengono: Maurizio Ferrari, Direttore editoriale "La voce della montagna"; Andrea Ottanelli, Direttore editoriale "Storialocale"; Renzo Zagnoni, Presidente Gruppo di studi Alta Valle del Reno

Il tradizionale convegno di Capugnano nel 2012 si è rinnovato. Innanzitutto è uscita dalla sua organizzazione la Società  pistoiese di storia patria, cui è subentrata l'Accademia del Frignano Lo Scoltenna. Questo cambiamento ha determinato l'inaugurazione di una nuova serie della collana "Storia e ricerca sul campo fra Emilia e Toscana", che raccoglie gli atti degli incontri giunti quest'anno alla ventesima edizione. In secondo luogo il convegno si è inserito, per la prima volta, nella serie degli Incontri tra/montani, che da oltre un ventennio propongono una riflessione sulle questioni che accomunano le zone montane, alpine e appenniniche, di tutta la penisola.
La giornata di studi, che si è tenuta sabato 8 settembre, ha proposto una riflessione sui molti aspetti che i mondi rappresentati dalle due catene montuose più importanti d'Italia hanno in comune: i problemi legati alla viabilità , allo spopolamento, al decadimento delle superfici coltivate, all'abbandono delle attività  economiche tipiche. A livello locale ha invece proposto una riflessione sulle relazioni esistenti fra i crinali toscano ed emiliano dell'Appennino, per evidenziare come il confine amministrativo e fisico non siano elementi di separazione ma di congiunzione e passaggio. Continue e determinanti sono infatti da sempre le relazioni di ogni tipo che intercorrono fra i due versanti della catena montuosa. Ultime in ordine di tempo ma non d'importanza, le azioni messe in opera per salvare il tratto Porretta-Pistoia della ferrovia Porrettana.