Charles Baudelaire, precursore dei poeti maledetti, a duecento anni dalla sua nascita

 

In occasione dei duecento anni dalla nascita di Charles Baudelaire (Parigi 1821 - 1867)  si mettono in mostra i volumi conservati in Forteguerriana attinenti al poeta francese ed ai poeti maledetti.

Baudelaire, pur fra interpretazioni diverse o opposte, è ritenuto l'iniziatore di un nuovo corso poetico, e la sua opera viene collocata fra le più alte espressioni della poesia di tutti i tempi e paesi. Autore di un unico ma fondamentale libro di poesie, Fleurs du Mal (1857), la sua grande originalità non fu interamente compresa dai suoi contemporanei ma esercitò subito un'influenza notevolissima sul Parnasse, e poi sulla scuola simbolista; e quindi grande suggestione ebbe su Verlaine, su Mallarmé, su Rimbaud, con il suo pensiero e le sue opere è infatti considerato uno dei precursori dei poeti maledetti.

 

La mostra è visitabile online dall'11 febbraio al 30 marzo 2021

 

La mostra è articolata in 2 sezioni:

Charles Baudelaire

I poeti maledetti

 

 

Attività